RSS Feed

Malapolitica, tra ribaltoni e scandali

0

marzo 16, 2009 by admin

di Pietro Di Lorenzo *

La crisi economica determina scenari imprevedibili. Da troppo tempo ormai le piccole imprese denunciano l’estrema condizione di precarietà in cui versano. Mancanza di infrastrutture e nessun piano serio per la loro realizzazione. Per fare un esempio: sono anni che sembra imminente l’apertura dei cantieri per il raddoppio della Benevento – Caianello; non sono mancati i titoli sui giornali, le interviste, le riprese televisive per il politico di turno. Ma non c’è nulla di concreto sulla data di inizio lavori, come se non bastassero poi i precedenti di tante opere iniziate e mai finite, l’elenco delle incompiute riempirebbe più di un libro. La speranza di realizzare il raddoppio della superstrada subisce gravi colpi, anche perché ogni tanto spuntano cantieri proprio ai confini del tracciato e questo è un sintomo che forse a tutt’oggi manca una definizione del progetto esecutivo. Staremo comunque a vedere ed a vigilare.


La cosa che più infastidisce è la continua agitazione, nel completo disinteresse della comunità amministrata, di alcuni rappresentanti istituzionali, a cui sembra sfuggire la particolare gravità del momento.
La provincia di Napoli, che stanzia ben 40.000 euro per corsi anti stress ai propri dirigenti, è forse soltanto un piccolo esempio, ma è significativo di come si possano dilapidare i soldi pubblici.
Gli immobili e le proprietà degli enti, tra cui la Regione ed il Comune di Napoli, sono lasciati in totale stato di abbandono e gestiti in maniera oltremodo discutibile se è vero, come è vero, che sono affittati a canoni mensili di pochi euro. Gli immobili che invece la Regione e gli altri enti prendono in fitto sono pagati centinaia di migliaia di euro. Valga su tutti, come esempio, il costo della sede di rappresentanza statunitense della Campania, un altro classico esempio di spreco.
I casi di corruzione sono all’ordine del giorno ed anche nella relazione annuale della Corte dei Conti è stato apertamente denunciato il malcostume, che è tipico degli enti pubblici e che rappresenta la vera palla al piede che frena lo sviluppo del Sud.
Qui anche i piccoli enti pubblici sono affannosamente impegnati a promuovere la “crescita” ed ecco che organizzano concerti, viaggi, cene, conferenze, stati generali, notti bianche. Tanto paga il cittadino a cui poi viene dispensato il divertimento “a gratis”.
A volte i nostri politici sembrano non capire: i cittadini odiano e non accettano i ribaltoni, ovvero i cambi di casacca degli eletti, che cambiano partito o schieramento politico, ma odiano ancor di più chi continua a sprecare denaro pubblico. I cittadini sono alla ricerca della buona politica, se trovano come interlocutore una persona credibile e che realmente si interessa dei problemi del territorio che rappresenta essi sono pronti a tributargli fiducia e stima ed anche voti, ovviamente. Altrimenti non c’è scampo: penso che soprattutto in Campania i cittadini siano pronti a celebrare il funerale della (mala)politica.* imprenditore


0 comments »

Rispondi

L’evento

BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress