RSS Feed

Ecco il testo della lettera di dimissioni di Pino D’Occhio

0

novembre 24, 2009 by admin

L’ufficio stampa del Comune di Telese ha reso pubblico il testo delle dimissioni presentate ieri dal sindaco Giuseppe D’Occhio, tramite l’avvocato Franco Leone, al protocollo del Comune stesso.

“Ritenendo che non vi siano più le condizioni politiche e morali per rinviare ulteriormente le dimissioni che, di fatto, avevo in animo di rassegnare già dal giorno successivo al mio arresto, con la presente mi dimetto da sindaco del Comune di Telese Terme. Ringrazio i tanti che hanno manifestato affetto e solidarietà in questi giorni e provo sinceramente pena per gli sciacalli che si aggirano nel paese e sulla stampa pensando di trarre beneficio da questa terribile vicenda. Non conoscono la Storia: i Giuda e gli sciacalli vengono inesorabilmente isolati da tutti! Ora è il momento di chiudere ogni mio rapporto con l’Amministrazione di Telese, per trovare le energie e dimostrare la mia sostanziale estraneità a quanto contestatomi. Lo devo fare innanzitutto per cercare di riportare un po’ di serenità alla mia famiglia. Auguro ogni bene alla mia città che ho sempre amato e che mi ha grandemente ripagato, e sono sicuro che, spazzate le nuvole dell’odio e del male, riemergerà la grande comunità ancora più viva e più forte”.

Giuseppe D’Occhio

——————————————————————————–

Lo stato d’animo di D’Occhio è comprensibile. Ma forse sarebbe stato preferibile che in un atto di indubbia dignità politica, quali le dimissioni da sindaco, non si fosse fatto riferimento agli  “sciacalli che si aggirano nel paese e sulla stampa”. D’Occhio è un politico di lungo corso e conosce bene la valenza politica della vicenda giudiziaria che lo vede, suo malgrado, protagonista in queste ore. Così come ben conosce (lo dimostrano i ripetuti exploit elettorali) l’atavica e consolidata tendenza a cambiare repentinamente la propria collocazione politica e, conseguentemente, a salire sul carro dei vincitori di una larga parte dei protagonisti delle vicende politiche ed economiche della nostra provincia.

Non dovrebbe meravigliarsi, quindi, dei clamorosi voltafaccia a cui ha assistito in queste ore o dei colpi bassi sferrati da contendenti pronti a sfruttare, anche miserevolmente, il momento di difficoltà dell’avversario politico.

In questo contesto la stampa registra le vicende. Talvolta lo fa bene, altre volte meno. A stabilire se le gravissime accuse rivolte ad amministratori, tecnici comunali ed imprenditori siano fondate o meno sarà la magistratura, non altri. 

Da Telese, comunque, potrebbe venire un segnale importante per l’intera provincia se, all’indomani di questa triste pagina di cronaca, si registrasse un forte rinnovamento della politica. Un passo indietro da parte dei maggiori protagonisti di questi ultimi anni perchè, se “cancro” c’è stato, vuol dire anche che sono mancati adeguati anticorpi.   (B.N.)


0 comments »

Rispondi

BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress