RSS Feed

Centrale a turbogas: documento di Altrabenevento al ministero dell’Ambiente e protesta al Questore per la rimozione dello striscione

1

febbraio 17, 2010 by admin

Domani, 18 febbraio, si terrà presso il Ministero dell’Ambiente la riunione per la Autorizzazone Integrata Ambientale alla Centrale a Turbogas che la soc. Luminosa vorrebbe realizzare a Benevento. Sono stati invitati i rappresentati degli Enti tenuti a rilasciare il parere obbligatorio ed anche il Comune di Benevento, la Provincia, la Regione e l’Arpac, ma non è stata accolta la richiesta di partecipazione avanzata dalla associazione “Altrabenevento” che ha deciso di esprimere comunque la netta contrarietà alla realizzazione di quell’impianto con un proprio documento inviato via fax. Dopo aver ribadito la assoluta difformità urbanistica del sito scelto alla confluenza tra i fiumi Calore e Tammaro, Altrabenevento segnala che la Centrale Elettrica, per la stessa ammissione della società proponente, produce 1 milione e 120 mila tonnellate all’anno di CO2 (anidride carbonica) che si aggiungono alle 4.327 tonnellate all’anno già prodotte dalle aziende del posto. In tal modo la produzione totale di CO2 aumenterebbe di 300 volte quella attuale. Altrabenevento segnala ancora che dai dati ARPAC risulta lo sforamento dei limiti delle polveri PM10 per 100 giorni nell’anno 2008 e per 70 volte nell’anno 2009 ma la situazione si è aggravata agli inizi di quest’anno. Infatti, le Centraline hanno misurato in 48 giorni il superamento dei limiti per le Polveri Sottili per 24 volte. Si immagini – conclude Altrabenevento – a quali livelli di inquinamento dell’aria si arriverà con la malaugurata costruzione della Centrale a Turbogas da 400 mega watt di potenza in zona caratterizzata da forte umidità dell’aria.
Sempre oggi, “Altrabenevento” ha inviato al Questore dott. Alberto Intini, una nota di protesta per il sequestro dello striscione apposto innanzi alla Villa Comunale.
“L’ho personalmente issato – scrive il presidente di Altrabenevento, Gabriele Corona – quando la Villa Comunale era già chiusa, senza creare interruzione di pubblico servizio, danni, turbativa o intralcio alla circolazione e rivendicando il gesto con un comunicato stampa su carta intestata e a mia firma. Il Comune non ha chiesto la rimozione immediata del telo e la DIGOS non ha sequestrato lo striscione.
Invece, nella notte la Squadra Mobile ha ordinato ai Vigili del Fuoco la rimozione del telo e fino a questo momento non ho ricevuto verbali di sequestro.
Possibile che qualche funzionario che ha evidentemente nostalgia per la vecchia Polizia Politica ritenendo che non si possa mai consentire alcuna critica agli amministratori, si sia arrogato il diritto di fare intervenire la Volante per effettuare un sequestro che la DIGOS non aveva voluto fare? Possibile che si impegni la Squadra Mobile in piena notte per rimuovere uno striscione mentre la città è in balia dei furti nelle abitazioni? Con rammarico – conclude Corona – Le devo francamente dire che non è questa la Polizia con la quale, come associazione, abbiamo avuto modo di collaborare più volte negli ultimi cinque anni per la lotta alla criminalità e al malaffare.


1 comment »

  1. Domenico De Masi ha detto:

    Ancora speriamo che i politici chiariscano la loro posizione sulla centrale, purtroppo la politica è fatta solo di ambiguità,infatti scaricano le colpe sempre su qualche altro.Soprattutto in questa fase di campagna elettorale questi non prenderanno mai una posizione , mentre penso che proprio in casi come questo bisognerebbe prenderle e anche in modo nette echiare.
    Le lotte per la tutela del territorio,della salute, dell’ambiente; se delegate alla politica, solo in pochi casi raggiungono gli obiettivi.Noi cittadini, deleghiamo questi soggetti,a tutela della collettività, ma questi pensano a fare solo i loro interessi. Ora tutti fanno riferimento al territorio,passate le elezioni penseranno solo ai loro interessi di spartizione del potere in barba agli interessi dei cittadini.
    Il Sannio attuale, in tal senso fà scuola; mentre i nostri vicini Avellinesi, ci hanno dimostrato di tenerci molto di più al loro territorio , non facendo realizzare la centrale sul loro ,;che prendano esempio.(mimmo de masi)

Rispondi

BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress