RSS Feed

RASSEGNA STAMPA – Pedinato e fotografato con gli usurai

0

giugno 8, 2011 by admin

(Corriere della Sera) – Una montagna di debiti e non sapere come uscirne. Marco Paoloni, disperato, inseguito dai creditori, con una figlia piccola da «salvare», è arrivato a bussare alla porta degli usurai. E adesso anche questo capitolo sta per entrare nell’ inchiesta sul calcioscommesse della Procura di Cremona.

Proprio seguendo i movimenti dell’ ex portiere della Cremonese gli inquirenti avrebbero già individuato almeno un paio di strozzini che avrebbero avuto a che fare con alcuni degli inquisiti di quest’ inchiesta, a cominciare da Paoloni. Le indagini stanno cercando di capire se gli usurai abbiano soltanto trattato oppure concluso gli «affari» concedendo prestiti a tassi proibitivi. Quello che si sa è che Paoloni, pedinato, intercettato, fotografato, ha seguito il filo della sua disperazione fino a un campo nomadi nel Cremonese dove avrebbe preso contatti, appunto, con il giro degli usurai. Nei prossimi giorni saranno eseguiti accertamenti su alcuni personaggi già noti alle forze dell’ ordine come strozzini, in particolare su due campani già identificati dai quali potrebbe nascere, quindi, un nuovo filone d’ indagine. «Possibili sviluppi potrebbero esserci già entro questa settimana» conferma uno degli inquirenti dalla Procura e venerdì tutto questo sarà quasi certamente affrontato anche nel corso del nuovo interrogatorio dell’ ex portiere.

Una cosa sembra chiara a chiunque si sia occupato delle indagini finora: Paoloni, il ragazzone che un tempo in porta non ne sbagliava una, l’ uomo che ha versato il sonnifero nel te dei compagni, quello che avrebbe fatto di tutto – proprio tutto – per racimolare soldi da moltiplicare con le gare truccate, ecco: quel portiere senza scrupoli era angosciato, tormentato, terrorizzato dai debiti che lievitavano e dai soldi che mancavano. Sempre. Anche quando sua moglie recuperava cifre consistenti con finanziamenti invocando pietà nelle banche. I soldi non bastavano mai. Il suo Marco trovava sempre il modo di puntare giocando online. Una malattia. Migliaia di euro, a volte bruciati nel giro di pochi minuti, una puntata dopo l’ altra. Un esempio? 11 luglio 2010: gioca 2100 euro in quattro ore. Oppure 29 ottobre 2010: quasi 3000 euro in otto ore. In dieci mesi (da giugno 2010 a marzo scorso) le scommesse di Paoloni hanno raggiunto la quota di 101 mila euro.

Disperata almeno quanto lui anche Michela, sua moglie, come risulta dalle intercettazioni. È il 16 gennaio di quest’ anno quando lei lo chiama: «Ma scusa, Marco. Ti sei preso il bancomat?». E lui: «No, no, non l’ ho preso». «E invece sì, l’ ho trovato in un posto diverso da quello in cui l’ avevo messo» risponde lei che glielo aveva nascosto per cercare di non fargli dilapidare i pochi fondi rimasti. Aveva dovuto frugare ovunque per trovarlo, stando allo stupore di lei.

Ed è sempre con lei, la sola a sapere e a vivere tutto in diretta, che Paoloni si sfoga al telefono dopo aver combinato l’ ennesima «cazzata», come dice lui. La chiama e non riesce nemmeno più a parlare. Piange, «non ce la faccio più» le confessa, «ti prego versa assegni, versa assegni».

I creditori lo assediano e lui alterna momenti di disperazione, quelli che lo fanno correre dagli usurai, con altri in cui pensa di potercela fare, di sollevarsi con un altro dei suoi trucchi e una buona scommessa. I solleciti delle banche sono continui, lui è sempre più in difficoltà. Stefano, un bancario che conosce e che segue i suoi conti, un giorno lo chiama: «Basta Marco, così non si può andare avanti. È già da un mese che il conto sta fuori, io non posso più lasciarlo così». «Ok, vabbè» risponde lui. Chiude la chiamata e telefona alla Deutsche Bank di Piacenza: «Cosa posso fare per avere un finanziamento?»

Giusi Fasano e Andrea Galli


0 comments »

Rispondi

L’evento

BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress