RSS Feed

PUC, il Tar potrebbe annullare la delibera del Consiglio

0

agosto 7, 2011 by avsim

(Sanniopress) – Non è ancora detta l’ultima parola sull’approvazione del nuovo Piano Urbanistico Comunale della città di Benevento, sul quale ha messo la firma la nuova amministrazione Pepe dopo settimane di intenso lavoro in consiglio comunale. A ribadire e chiarire ulteriormente dubbi e osservazioni critiche sul nuovo strumento urbanistico è il presidente di Altrabenevento Gabriele Corona, intervistato su bmagazine dalla giornalista Emi Martignetti in una sorta di confronto “doppio” con l’assessore comunale all’Urbanistica Marcello Aversano. Nell’intervista, infatti, Corona spiega il cavillo giuridico che potrebbe portare il Tar Campania, investito della questione PUC dall’opposizione consiliare rappresentata dal Patto per il Territorio, ad annullare la delibera finale del consiglio.

“La legge 1 della Regione Campania del 2011 – spiega Corona ai microfoni di bmagazine – stabilisce che dopo 150 giorni dalla sua entrata in vigore (avvenuta a gennaio), decade l’articolo 24 della legge regionale 16/2004. La stessa legge 1 stabilisce poi che, entro il 150° giorno, la Regione deve sostituire quelle norme precedentemente in vigore con un nuovo Regolamento. A metà giugno, quindi, l’articolo 24 della Regione Campania, che stabilisce come si approva un PUC, è decaduto e al suo posto è subentrata la nuova norma, che è entrata in vigore, però, solo il primo agosto. Credo che questa sia materia di ricorso al TAR – conclude Corona – e credo anche che sia possibile che il TAR annulli la delibera del Comune o che chieda al Comune di rideterminarsi in questo senso”.

Dal canto suo, l’assessore Aversano tranquillizza tutti: “La questione non ci riguarda, perché il Regolamento è entrato in vigore in un momento successivo all’approvazione in giunta del PUC di Benevento, quindi, non avendo efficacia retroattiva, non influenzerà affatto i poteri decisionali della Provincia”.

Nella stessa intervista, forse l’approfondimento più chiaro realizzato in questi mesi sulla vicenda PUC, c’è spazio anche per il nodo “zone E5”, ossia le zone agricole e rurali: “nel vecchio Piano Regolatore – scrive Emi Martignetti – erano previste le edificazioni di 0,03 metri cubi a metro quadrato di terreno, attualmente invece la norma prevede 0,05 metri quadri a metro quadro, che corrisponderebbero a 0,15 metri cubi a metro quadrato”. Commenta Corona: “Prima, per esempio, dovevi avere 10 mila metri quadrati di terreno per poter edificare una casa di 100 metri quadrati che avesse un altezza di 3 metri. Ora si può fare cinque volte tanto!”.


0 comments »

Rispondi

BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress