RSS Feed

Ripulitura del fiume Calore, l’assessore Aceto replica ad Altrabenevento

0

novembre 10, 2011 by admin

(Sanniopress) – L’assessore provinciale all’Ambiente, Gianluca Aceto, attraverso un comunicato diffuso stamani, ha chiarito che, appresa la notizia della presunta cattiva esecuzione dei lavori di manutenzione dei fiumi attualmente in corso, ha immediatamente convocato l’impresa responsabile dei lavori stessi chiedendo spiegazioni e intimandole di attenersi scrupolosamente a quanto prevedono le leggi e le linee guida provinciali. I fatti contestati, secondo la denuncia di AltraBenevento, secondo l’assessore sarebbero accaduti nel pomeriggio di sabato scorso, ma fino a poche prima un tecnico della Provincia era stato sul posto a controllare.
«E’ chiaro che se si è operato in maniera sbagliata – ha dichiarato Aceto – le responsabilità saranno perseguite. Se le cose stanno così come denunciate, chi ha creato tale situazione dovrà rimediare in modo da evitare ogni possibile pericolo per la pubblica incolumità. Lo scopo nostro è stato quello di abbattere i rischi e la stessa recente simulazione con la Protezione Civile, che qualcuno irride, è andata in questa precauzionale direzione. Poi, certo, ognuno difende l’ambiente come crede, preferendo l’esposto e le vie legali oppure cercando la cooperazione tra istituzioni preposte e le stesse associazioni ambientaliste. Tengo a precisare, in proposito, che io ho ringraziato coloro che hanno fatto le riprese e sollevato la questione. Occorrono sinergie per proteggere l’ambiente, non la carta bollata contro chi rema nella stessa direzione. Apparso l’articolo, abbiamo provveduto a convocare d’urgenza le imprese per chiedere contezza di quanto apparso e filmato. Provvederemo con solerzia ad affrontare i problemi e a cercare di risolverli. Deve essere assolutamente chiaro, alle imprese aggiudicatarie dei lavori, che gli stessi devono garantire l’equilibrio ambientale e la salvaguardia della fauna, e che esiti diversi rappresenterebbero, per la Provincia di Benevento, un grave problema. Ciò detto, a me pare che le affermazioni contenute nell’esposto di AltraBenevento, come spesso accade, sono rivolte più alla creazione del caso mediatico che alla risoluzione dei problemi e, comunque, mi sembrano davvero molto pesanti, soprattutto in considerazione che nelle due ultime settimane, in Liguria e Toscana, i disastri ci sono stati per davvero e hanno lasciato distruzione e morti per le strade. Ricordo inoltre che, insieme alla eccezionalità delle precipitazioni, in parte i disastri verificatisi in Liguria e Toscana sono dovuti alle mancate manutenzioni di alvei fluviali e pendii. Mi preme poi rilevare quale dovrebbe essere, a mio avviso, l’elemento prevalente nelle valutazioni che pure vengono sollecitate, ma che rischiano di offuscare il dato principale: per la prima volta, la Provincia di Benevento investe con una programmazione pluriennale per la manutenzione dei nostri fiumi, senza interventi “una tantum”, magari per rispondere alle giuste richieste dei cittadini e finirla là. Tale programmazione darà, ne sono sicuro, buoni frutti, se solo le si lascerà il tempo di dispiegarsi. In secondo luogo, i lavori sono innovativi nel metodo con cui ci si è arrivati: parlo del confronto continuo sia con le associazioni ambientaliste che con i comitati di quartiere, oltre che con gli organismi tecnici più qualificati (ad esempio l’Autorità di bacino). Le linee guida che ne sono scaturite, e in base alle quali emaneremo degli avvisi pubblici anche per i proprietari rivieraschi, rappresentano, per me almeno, un autentico elemento di innovazione e un importantissimo strumento di lavoro.
Deve essere altrettanto comprensibile, tuttavia, che essendo questa la prima volta che si procede a lavori di questo tipo, e mancando quindi un’adeguata esperienza, ci possono essere i problemi tipici di ogni progetto pilota. L’importante è che non si producano danni irreversibili né alla flora né alla fauna, nel mentre si cerca di prevenire (o attenuare) il rischio idraulico. Fatte salve eventuali inadempienze da parte degli appaltatori.
Certo, non si può dire che non ci sia attenzione da parte della Provincia ai fiumi e al territorio. Naturalmente tutto questo ad AltraBenevento interessa molto meno che conquistare la ribalta mediatica, come dimostra il fatto che l’associazione, benché invitata ufficialmente a darei propri contributi in fase di elaborazione concettuale e progettuale, ha sistematicamente evitato di farlo».


0 comments »

Rispondi

BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress