RSS Feed

Casalesi, arrestati due fratelli del boss latitante Michele Zagaria

0

dicembre 1, 2011 by admin

(Sanniopress) – Alle prime ore di oggi il Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e le Squadre Mobili di Caserta e di Napoli hanno arrestato in esecuzione di un provvedimento cautelare, emesso dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Investigativa Antimafia del capoluogo campano, sette persone affiliate al clan dei Casalesi-ala Zagaria, responsabili in concorso di associazione per delinquere di stampo mafioso ed estorsioni, aggravate dal metodo mafioso, a danno di imprenditori della provincia di Caserta e del basso Lazio.

Tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi figurano i fratelli del latitante Michele Zagaria, capo indiscusso dei Casalesi, Carmine e Pasquale Zagaria, nonché esponenti di spicco del gruppo legati al ricercato. Tra i reati contestati l’estorsione, ammonante a circa 450.000 euro, a danno di un imprenditore edile casertano per la costruzione di uno dei centri commerciali più grandi della della provincia di Caserta. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati portati alla Casa Circondariale di Secondigliano.

La maxi-tangente imposta dai Casalesi da 450mila euro riguarda la costruzione del Centro commerciale Campania. I sette provvedimenti restrittivi emessi dal gip, oltre che i fratelli del superlatitante Michele Zagaria, Carmine (gia’ arrestato nei mesi scorsi e poi scarcerato dal Riesame) e Pasquale, riguardano anche il cugino Pasquale Fontana e il reggente del gruppo a Casapesenna Michele Fontana.
Dalle intercettazioni ambientali e telefoniche si evince, sottolinea l’aggiunto Federico Cafiero de Raho, che coordina la Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che il boss dalla latitanza ha delegato i suoi familiari alla gestione delle attività economico-criminali del gruppo, la cui forza e capacità di infiltrazione nel tessuto imprenditoriale sono tali da condizionarlo anche a livello nazionale.

I fedelissimi di Michele Zagaria indossano solo scarpe Samsonite, quelli di Francesco Schiavone le Hogan: all’interno del clan dei Casalesi gli affiliati si distinguono dal look. Lo racconta il collaboratore di giustizia Nicola Cangiano, le cui dichiarazioni sono contenute nell’ordinanza di custodia cautelare notificata oggi a sette persone.

‘’Nell’ambiente – afferma Cangiano – certe cose si capiscono subito ed il gruppo Zagaria anche nel carcere ha un modo di comportarsi e di stare insieme che si nota subito ed è diverso da tutto il resto della platea dei detenuti. Peraltro è anche un gruppo all’interno del quale anche per noi alleati è difficile entrare’’.

‘’Stanno sempre fra di loro – continua Cangiano – e tendono a non aprirsi con gli altri. Addirittura nel vestiario si distinguono. Vestono tutti scarpe Samsonite, vestiti di marca e finanche calzini di cachemire. Si vede in sostanza che continuano a percepire cospicui stipendi da parte del clan. Le Hogan sono prerogativa degli Schiavone come la barba curata e i capelli senza gelatina, come imposto da Schiavone Nicola (il figlio di ‘Sandokan’, ndr)’’.


0 comments »

Rispondi

BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress