RSS Feed

L’INTERVENTO | Caso Scaturchio, ecco i faccendieri coinvolti

1

gennaio 14, 2012 by admin

di Gabriele Corona *

(Sanniopress) – La stampa locale ha dato risalto alla notizia dei provvedimenti restrittivi a carico di tre imprenditori di cui uno beneventano, per la bancarotta fraudolenta della pasticceria Scaturchio, ma anche in questa occasione nessun giornalista si è sforzato di approfondire i fatti. Solo Sanniopress, che non è una “testata” come precisa sempre il suo fondatore, Billy Nuzzolillo, ha ricordato che a maggio scorso Altrabenevento aveva già segnalato, al mensile la Voce delle voci- Voce della Campania, che il caso Scaturchio era finito nella indagine della Procura della Repubblica di Napoli, denominata “Operazione Malta”.

Per diversi reati tra i quali la truffa e l’associazione per delinquere, a dicembre 2010  erano finiti in carcere, tra gli altri, Paolo Viscione, da Cervinara, già noto per il coinvolgimento in varie truffe assicurative, il figlio Vincenzo, socio della Istituto Vendite Giudiziarie con sede a San Nicola Manfredi insieme al figlio di Pasqualino Lombardi della P3, e il commercialista beneventano Fabio Solano, tuttora nel collegio sindacale della Azienda dei Trasporti del Comune di Benevento.

L’inchiesta dei magistrati napoletani era partita dalla attività di due compagnie assicuratrici estere, una di Malta e l’altra del Regno Unito, che hanno rilasciato polizze inefficaci accumulando ingenti risorse con le quali sono state finanziate 15 società tutte di fatto ispirate e controllate da Paolo Viscione, tra le quali: Istituto Vendite Giudiziarie di Benevento, Arte Invest Corporation dello stato del Delaware (USA), B&S Broker di Montesarchio, Genealth srl di Firenze, DVS di Roma e San Domenico di Benevento.

Con l’ordinanza di arresto i magistrati napoletani precisavano che la San Domenico srl era “destinata a reinvestire somme provenienti dalla NOVOSAD (società inglese di assicurazioni n.d.r.) nell’acquisto e nella attività della impresa di pasticceria ‘Scaturchio’ di Napoli” e che, secondo il curatore fallimentare del prestigioso marchio napoletano, dietro tale società vi erano “il notaio Sangiuolo e tale Viscione da Cervinara”. Il notaio Vito Antonio Sangiuolo, di Benevento, ascoltato dal Pubblico Ministero napoletano titolare della inchiesta, come persona informata dei fatti il 9 settembre 2010, dichiarava: “con riferimento alla somma di 25.000 euro che risulta corrisposta alla mia persona da parte della società Novosad si tratta del versamento dei decimi del capitale di centomila euro della costituita San Domenico srl con sede in via Marmorale 32, avente ad oggetto attività di pasticceria e gelateria. I soci sono Solano Fabio e Solano Massimo…”

Alla San Domenico srl si è affiancata nella operazione Scaturchio, la società “Turistiche alberghiere srl” di Pasquale Ucci, destinatario del provvedimento di interdizione dalla attività disposta dalla magistratura napoletana che intanto prosegue gli accertamenti giudiziari sugli intrecci affaristici della “Operazione Malta” e dei diversi personaggi coinvolti. Il dominus di tutta la ragnatela di relazioni che la procura partenopea ritiene illecite, rimane Paolo Viscione che è anche il grande accusatore di Marco Milanese, parlamentare del PdL, anche lui di Cervinara, per il quale i magistrati di Napoli avevano chiesto l’arresto.

Il parlamento ha graziato anche lui, come ha fatto con Cosentino, e Milanese ha denunciato a sua volta Viscione per calunnia perché lo avrebbe ingiustamente accusato di essere intervenuto per “aggiustare” una indagine della Guardia di Finanza di Benevento a suo carico.

Anche l’esame di quest’ultima vicenda giudiziaria serve a chi non vuole ignorare per comprendere il perverso intreccio affaristico-politico già descritto nelle inchieste P3, P4 ed “Operazione Malta”,  che a Benevento trovano una pericolosa sintesi che finisce per strozzare anche prestigiose e storiche attività imprenditoriali.

* presidente Altrabenevento


1 comment »

  1. Carmine Carluccio ha detto:

    a tutto questo manca il finale della vicenda Iperstore di San Giorgio del Sannio

Rispondi

BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress