RSS Feed

L’INTERVENTO | Ora si accertino i rapporti tra politici e criminalità

0

giugno 9, 2012 by admin

di Gabriele Corona *

(Sanniopress) – L’indagine della Direzione Distrettuale Antimafia che ha portato agli arresti di 24 persone ha dimostrato l’estrema pericolosità dei clan Iadanza, Sparandeo e Pagnozzi, in collegamento stabile con il clan dei Casalesi, che finora sono stati considerati, a torto, come “camorra di provincia”, cioè come gruppi di scarso rilievo criminale. Grazie a tale errore di valutazione, dovuto alla pervicace volontà di molti giornalisti, rappresentanti politici ed istituzionali di presentare il Sannio come “provincia tranquilla”, la locale malavita organizzata si dedica ad attività delinquenziali senza eccessivi problemi tranne il “fisiologico” arresto periodico di qualche adepto.

La Direzione Investigatica Antimafia nelle relazioni al parlamento degli ultimi anni, continua a segnalare che nella provincia di Benevento, oltre ai citati Pagnozzi, Sparandeo e Panella-Iadanza, operano il gruppo Saturnino-Razzano, dedito soprattutto alle estorsioni a Sant’Agata dei Goti, mentre nel capoluogo sono attivi il clan Nizza, che si occupa di usura ed estorsioni anche in collegamento con gli “scissionisti” cioè il clano Amato-Pagano di Secondigiano; il sodalizio SPINA, dedito soprattutto all’usura ed al traffico di stupefacenti; il gruppo TADDEO che continua ad operare nel mercato criminale dell’usura; il gruppo dei PISCOPO che continua a prediligere il racket delle estorsioni ed in modo particolare il narcotraffico in rapporto al sodalizio casertano dei MASSARO, operante a San Felice a Cancello (CE).

Si tratta di gruppi che continuano la loro attività criminale senza avere bisogno, come ricorda la DDA, di “imporre il metodo mafioso con atti di violenza” perchè nell’omertà più assoluta, nessuno si oppone o denuncia abusi ed estorsioni. Neppure i politici a cui piacciono molto le manifestazioni per predicare ai giovani il rispetto della legalità, denunciano le pressioni e ricatti che molto spesso subiscono dai clan di cui diventano, in tal modo, complici, come ha sottolineato il procuratore antimafia Cafiero de Raho.

Molti autorevoli studiosi di criminalità hanno più volte ricordato che “esiste la politica senza la mafia, ma non può esistere la mafia senza certa politica” e per questo siamo convinti che la Direzione Distrettuale Antimafia saprà accertare i rapporti di collusione tra politici e criminali ed assestare un duro colpo anche al fenemono del riciclaggio del denaro sporco dei clan che in questa provincia interessa le attività commerciali ed edilizie, con il coinvolgimento di amministratori, imprenditori, funzionari pubblici e tecnici.

* presidente Altrabenevento


0 comments »

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. Ha diretto Il Sannio, è stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente e notista politico di Liberal. Scrive per il Corriere della Sera e Il Giornale.
     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   

I libri di Sanniopress



Cerca nel sito

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.