RSS Feed

SANT’AGATA DEI GOTI / Ora la magistratura faccia piena luce

1

settembre 27, 2015 by admin

billy-copertina

di Billy Nuzzolillo

Il Tar nei giorni scorsi ha annullato le elezioni amministrative comunali svoltesi a Sant’Agata dei Goti il 25 maggio 2014 e a Palazzo S. Francesco, al posto del sindaco Carmine Valentino, si è insediato il commissario prefettizio Elvira Nuzzolo.

Il Collegio – scrivono i giudici amministrativi – ritiene, alla luce della documentazione versata agli atti di causa e delle risultanze degli accertamenti istruttori, di dover stigmatizzare l’avvenuto rilascio di un anomalo numero di duplicati da parte dell’Ufficio elettorale, che dalla legge viene subordinato alla presentazione di una denuncia presso gli Uffici di Pubblica Sicurezza; ebbene, in sede di istruttoria è stato accertato che, rispetto ai 304 nominativi trasmessi dal Comune, solo in 99 casi erano state presentate denunce acquisite dalla Stazione del Carabinieri di Sant’Agata dei Goti, mentre in 125 casi esistevano denunce di smarrimento presentate al Comandante del Corpo di Polizia Municipale di Sant’Agata dei Goti, in un caso vi era dichiarazione sostitutiva senza denuncia di smarrimento e per i restanti 79 elettori non è stata esibita documentazione”. Tutto ciò – sempre secondo i giudici – “viola le disposizioni di legge come chiarite anche dal Ministero dell’Interno e dalla Prefettura di Benevento quanto ad acquisizione delle denunce di smarrimento ed a rilascio di duplicati delle tessere elettorali, nel senso che in caso di furto o smarrimento della tessera il Comune rilascia il duplicato della stessa al titolare previa domanda corredata della denuncia presentata ai competenti uffici di pubblica sicurezza quali Questure, Caserme dei Carabinieri e Commissariati di P.S., mentre in ipotesi di deterioramento il rilascio del duplicato è subordinato alla presentazione di apposita domanda ed alla riconsegna del documento deteriorato; ora, nella fattispecie per cui è causa, è palese che è stato di fatto consentito l’esercizio del diritto di voto a soggetti che non erano in condizione di farlo”.

Il sindaco destituito Valentino, incassata la solidarietà del sottosegretario ai Trasporti Umberto Del Basso De Caro (deus ex machina del Pd sannita), ha dichiarato di non aver ancora deciso se ricorrere al Consiglio di Stato o ritentare direttamente la strada delle elezioni la prossima primavera in modo da dimostrare a suon di voti che lui, potente luogotenente democrat della valle Caudina, non ha bisogno dell’apporto di eventuali elettori affetti da “sindrome da deterioramento e smarrimento” per battere gli avversari.

Conoscendo il carattere istrionico e guascone dell’ex sindaco Valentino apparirebbe quasi scontata la seconda strada. Eppure, con molta probabilità, finirà con il percorrere la strada del ricorso al Consiglio di Stato, con conseguente richiesta di sospensiva della sentenza emessa dal Tar, in modo da reinsediarsi al timone di Palazzo S. Francesco e poter pianificare l’eventuale nuova tornata amministrativa qualora il Consiglio di Stato dovesse malauguratamente confermare la sentenza di scioglimento.

Sullo sfondo, in ogni caso, resta la macchia della “censura” operata dai giudici del Tar relativamente alla regolarità del voto.

Una “censura” che, al di là degli aspetti meramente amministrativi, pone dubbi anche sulla regolarità della futura tornata elettorale, permanendo il quadro “ambientale” che ha determinato le anomalie accertate dai giudici amministrativi.

Di qui, quindi, la necessità che intervenga anche la magistratura ordinaria (sempre che non l’abbia già iniziato a fare) per accertare l’esistenza o meno di eventuali comportamenti penalmente rilevanti.

Alla luce di quanto scritto dai giudici del Tar, infatti, sono in molti a chiedersi se la “sindrome da deterioramento e smarrimento” delle tessere elettorali che afflisse circa 300 elettori santagatesi sia stata frutto di una singolare causalità oppure se dietro ci fosse una regia.

Sono gli stessi giudici del Tar a sostenere che nel 2014 fu “consentito l’esercizio del diritto di voto a soggetti che non erano in condizione di farlo”. E a consentirlo, ricordiamolo, furono pezzi dell’apparato amministrativo. Gli stessi che dovrebbero sovraintendere alle operazioni elettorali della prossima primavera.

Di qui, dunque, la necessità di fare assoluta chiarezza, anche e soprattutto nell’interesse dell’apparato amministrativo, oltre che dei cittadini di Sant’Agata dei Goti più in generale.


BLOGGER:

Giancristiano Desiderio

Giornalista e saggista. È stato cronista parlamentare di Libero, vicedirettore de L’Indipendente, notista politico di Liberal. Collabora con Il Giornale e Corriere del Mezzogiorno

     

Gennaro Malgieri

Giornalista e saggista. Ha diretto il Secolo d'Italia e L’Indipendente. Ha fondato la rivista Percorsi.
 

Billy Nuzzolillo

Giornalista. Ha collaborato con Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, il Corriere del Mezzogiorno e La Voce di Indro Montanelli. Ha fondato il blog Sanniopress.

     

Antonio Medici

Fondatore del blog Gourman.it, racconta “esperienze” enogastronomiche senza tecnicismi anche sui quotidiani Roma e Sannio.

     

Amerigo Ciervo

Docente. Da quarant'anni cercatore di musiche e storie

   

Guido Bianchini

Laureato in filosofia, studioso di pensiero ebraico moderno e di onto-teologia contemporanea.

   


Cerca nel sito

Categorie

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi post.

I libri di Sanniopress